Css globale

css globale

titolo sito

 

Standard morfologico

Corpo della pagina

Caratteristiche morfologiche

Il Weimaraner è un cane da caccia e il suo aspetto fisico è finalizzato a questo scopo. Selezionato storicamente come cane da ungulati, solo in tempi recenti è diventato anche un cane da ferma. Veniva usato nell'antichità esclusivamente dai nobili, era alto e grosso, anche oggi tende ad essere di buone dimensioni. Esteticamente è richiesto un accentuato dimorfismo sessuale, con una netta distinzione tra il maschio e la femmina; questa caratteristica dev'essere evidente già ad una distanza di 30/50 metri. I maschi non devono assolutamente avere sembianze femminee e viceversa le femmine.

Taglia

Il Weimaraner è un cane muscoloso e potente, più lungo che alto, non deve stare nel quadrato ma leggermente nel rettangolo, in proporzione di 12:11. La schiena lunga è importante per il movimento. Cani sopra o sotto le misure indicate dallo Standard (di per sé già molto ampie), non sono da considerare tipici e da escludere quindi dalla riproduzione.
Altezza al garrese – Maschi: da 59 a 70 cm. (ideale 62/68 cm.)
Femmine: da 57 a 65 cm. (ideale 59/63 cm.).
Peso: Maschi da 30 a 40 Kg. / Femmine da 25 a 35 Kg.

La testa

Importante, asciutta, con muso lungo e forte. Più larga nei maschi che nella femmine. Vista di profilo, deve avere una buona profondità, con le linee superiori della canna nasale e del cranio che devono essere quasi parallele. Deve avere una giusta proporzione: stessa lunghezza dalla punta del tartufo fino allo stop e dallo stop fino alla fine del cranio. E’ di pregio una maggiore lunghezza della canna nasale rispetto alla lunghezza del cranio. Una minore lunghezza è da considerarsi difetto leggero. È ammessa una canna nasale montonina solo se la curvatura è leggera e un leggero solco mediano sulla fronte. Non è ammessa una canna nasale concava. Lo stop deve essere leggero mentre l’osso occipitale deve essere ben marcato. La muscolatura delle guance è piuttosto arretrata.

Le orecchie

Più lunghe che corte, quasi accartocciate, partono strette da un punto leggermente più basso della linea del cranio e, cosa veramente tipica, devono essere tonde in punta e portate leggermente girate in avanti.

Il pigmento

È importante e si stabilisce dal colore del naso e dei cuscinetti plantari. Un cane con un cuscinetto palmare o con il tartufo troppo chiaro, è un cane delicato. Il colore del tartufo e delle unghie è preferibilmente verso il color carne scuro.

Gli occhi

Devono essere rotondi, frontali, ben davanti e non obliqui o a mandorla, tanto meno laterali o sul fianco. La colorazione è ambra o grigio/verde, ed è preferibile verso lo scuro. Comunque non è da considerarsi un difetto grave un colore leggermente più chiaro, tra il grigio e l’azzurro.
I cani con l’occhio troppo in fuori o con pelle troppo scesa verso il basso o verso l’interno (entropio/ectropio) non devono andare in riproduzione in quanto sono cani che possono trasmettere questo difetto che li farebbe soffrire molto. I cuccioli hanno occhi azzurri.

La labbratura

Non troppo abbondante e, vista di profilo, deve essere rettangolare e non finire a punta.

Dentatura

Forte e perfetta, con chiusura a forbice. A questo proposito ci sono pochi problemi poiché perdite o mancanze di denti ereditarie si manifestano raramente in questa razza. E' preferibile una dentatura completa, più di un dente mancante (di minore importanza) è sconsigliato ai fini della riproduzione, anche se il tratto genetico è considerato recessivo.

Il collo

Preferibilmente lungo e muscoloso, quasi rotondo, ben inserito nella linea dorsale, con poca giogaia, nobile e flessuoso mentre il cane lavora.

La spalla

Deve avere una discreta angolatura. Cani con la spalla dritta possono avere problemi nel movimento.

La linea superiore o schiena

Il Weimaraner è un cane più lungo che alto e questa è una caratteristica della razza. La linea dorsale andrebbe giudicata nel suo complesso, cioè dal collo fino all’attaccatura della coda. Il dorso è molto importante per il movimento del cane. Un rigonfiamento della muscolatura all’altezza del garrese non à da ritenersi un difetto anzi è molto importante ai fini del movimento in corsa. Un’avvallatura nello stesso punto invece è da ritenersi un difetto in quanto sintomo di mancanza di muscolatura. Una linea dorsale insellata o particolarmente curva è da ritenersi difettosa.

Lombo (o regione renale)

Largo, muscoloso, dritto e ben fuso con la linea del dorso.

Il posteriore

Deve avere la stessa altezza del garrese ma se risulta solo leggermente più alto, non è da considerarsi difetto grave. Questo con il cane in posizione naturale e non impostato, come d’uso nelle esposizioni di bellezza, con gli arti posteriori posizionati all’indietro.

La coda

In posizione leggermente più bassa della linea della schiena, è particolarmente grossa e forte fino a un terzo della sua lunghezza, con pelo lungo e spesso, mentre si assottiglia e si ricurva da quel punto fino all’estremità nei soggetti con coda lunga. Viene portata in orizzontale o in alto, fiera, in condizione di lavoro. Tuttavia si riconosce talvolta la tendenza, tipica dell’erede del cane da sangue, alla pendenza verso il basso, anche in condizioni di lavoro. Una coda esageratamente ricurva su se stessa o addirittura rivolta verso la schiena del cane, è da ritenersi difettosa.

Gli arti

Devono essere forti, ben dritti e paralleli tra loro. Nel cane è molto difficile valutare l’angolazione degli arti in posizione eretta. Lo stesso animale può stare molto rigido in una determinata situazione e cadere o afflosciarsi in un’altra. Tuttalpiù l’esatta angolazione andrebbe giudicata con il cane in movimento. Le cosce sono larghe, forti e muscolose.

Le zampe

Sono tipiche della razza, con dita medie più lunghe e ben arcuate, dando alla zampa un forma ovale. Cani con zampe esageratamente grosse che sono un ostacolo al movimento fluente, non sono ideali per la selezione della razza. Le unghie sono preferibili di color carne scuro.

Torace

Forte e robusto, un po’ arrotondato ma non a forma di botte, deve essere profondo e, nei cani adulti, deve raggiungere i gomiti. Le costole sono lunghe e ben pronunciate. Lo sterno è ben pronunciato.

Ventre

Leggermente in salita ma non arretrato.

Mantello

Grigio con le sue sfumature, con a volte il “segno di anguilla” scuro al centro del dorso. Deve essere molto fitto, liscio e morbido. In alcuni casi la testa e le orecchie possono essere più chiare rispetto al resto del corpo. Sulla parte posteriore delle zampe sono tollerate delle striature o delle macchie bianche se non troppo grandi. In passato, queste striature bianche valevano addirittura come segni di distinzione tipici del weimaraner. Sono ammesse anche piccole macchie bianche sul petto, in posizione centrale, della dimensione massima equivalente a quella di un pompelmo. Tuttavia, macchie anche più grandi sono raramente oggetto di squalifica da parte dei giudici di esposizione.

Il movimento

In esposizione, date le ridotte dimensioni dei ring, è impossibile valutarlo appieno in quanto il cane da ferma andrebbe giudicato anche al galoppo, oltre che al passo e al trotto. Deve comunque essere armonico, elegante, con movimenti ampi e fluenti.
Movimenti spezzati, saltellanti o oscillanti evidenziano difetti in alcune parti del corpo oppure un funzionamento poco ottimale. Al trotto, il dorso deve rimanere parallelo e gli arti anteriori e posteriori devono essere tra loro paralleli.

In ultima analisi, le caratteristiche fisiche proseguono di pari passo con le caratteristiche psico-morali e in questo il Weimaraner eccelle per fedeltà e per invadenza verso il proprio padrone e le persone da lui conosciute. Da questo si deduce la facilità di conduzione e di addestramento di questa razza. Notevole è anche il suo slancio protettivo verso il nucleo familiare e la casa, aspetto molto apprezzato dai cacciatori e dagli addetti all’ufficio forestale.